x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
×
Magazine
Filtra per:
macchine movimento terra
ricambi
attrezzature
macchine agricole
motori
sollevamento
veicoli commerciali
Componenti
Edilizia
Paving
16/02/2020

Magni a SaMoTer 2020, novità e progetti

Testo di: Redazione

Magni si presenta a SaMoTer con importanti progetti e novità, tra le quali l'RTH 6.51, fresco vincitore ai SaMoTer Innovation Award, nella categoria SOLLEVATORI TELESCOPICI | HIGH CAPACITY.

Questo sollevatore telescopico si distingue per la capacità operativa legata all’altezza massima che ne aumenta la flessibilità verso applicazioni dove normalmente si utilizzano autogru fuoristrada di piccola dimensione.

Il nuovo sollevatore telescopico rotativo RTH 6.51 ha una portata massima di 6 tonnellate e può raggiungere fino a 51m di altezza, grazie al braccio costituito da 7 sezioni quindi 6 sfili. Le sezioni del braccio sono state realizzate mediante l’uso di materiali alto resistenziali sino al Domex 1100 oppure Ardox 400, soluzione per raggiungere gli obiettivi di resistenza ed allo stesso tempo leggerezza.

Anche le prestazioni rotative risultano migliorate grazie a due riduttori a gioco ridotto e più stadi di riduzione. Scelta che comporta un rapporto di riduzione più elevato e quindi permette l’uso di motori a pistoni assiali con velocità di rotazione più alta. Questa soluzione meccanica ed idraulica permette di ottenere una rotazione della macchina estremamente modulabile ed un controllo ottimale su di essa in tutte le posizioni, anche nelle condizioni di lavoro più gravose ed estreme, mantenendo sempre gli standard di sicurezza richiesti.

Per quanto riguarda invece gli assali, permettono un carico duplicato rispetto al precedente modello di assali utilizzati nell’RTH 6.46. Stessa cosa per i pneumatici, i quali, realizzati appositamente da un fornitore leader di mercato, con una mescola moderna e tecnologicamente avanzata, permettono di garantire un'eccellente durata e prestazioni elevatissime anche su gomma. 

 

Un'altra novità è il livellamento extra safe da poco implementata su tutte le macchine che corregge il livello del telaio per braccio alzato oltre i 3 metri. 
Questa consiste nel poter utilizzare il pulsante di “correttore di livello” su gomme a braccio sollevato per riportarsi verso il baricentro della macchina qualora, durante una manovra, fosse uscito dallo zero. 
La funzione si attiva solamente nel lato in difetto, inibendo così del tutto manovre sbagliate che potrebbero portare sino al ribaltamento del mezzo stesso. 

Ci sarà anche il nuovo radiocomando con una forma più compatta e con maschera a led al posto del tradizionale display rendendo le informazioni più visibili.
Nuova frequenza internazionale BT conforme a tutti gli standard mondiali, joystick di nuova generazione con una proporzionalità migliore rispetto alla precedente versione del 30% e sostituzione della trasmittente senza chiavi di codifica ma con un pairing elettronico.
Sarà disponibile anche come opzionale la versione del radiocomando con display a colori con informazioni relative gli allarmi, le portate e la possibilità di confermare l’utilizzo di accessori.

Come dicevamo, per Magni non ci saranno solo novità legate a prodotti, ma anche importanti progetti.

Entro l’anno entrerà in funzione il nuovo Quartier Generale Magni per quel che riguarda la parte produttiva. 
La produzione verrà così triplicata grazie ad un notevole ampliamento di superficie ed all’implementazione di celle robotizzate. Un enorme successo per l’azienda di Castelfranco che in soli 6 anni ne ha percorsa di strada! Questi alcuni numeri del nuovo stabilimento:

•    20 ettari di superficie totale
•    36.000 m2   di superficie costruita
•    3.200 m2 superficie adibita ad uffici
•    450 parcheggi di cui 6 torrette per caricare le auto elettriche


Annesso al progetto della costruzione del nuovo sito produttivo c’è quello della scuola elementare dedicata a Pietro Magni, padre del nostro attuale Presidente come contributo di sostenibilità. 
Si tratta di un progetto di riqualificazione territoriale ma soprattutto della visione etica che Magni ha del suo territorio: l’istruzione prima di tutto è l’ingrediente per forgiare i talenti di domani.
Si tratta di un edificio concepito in classe energetica A+, struttura anti-sismica e utilizzabile come presidio di protezione civile. Le aule saranno 5, un intero ciclo di studi con palestra e aula informatica. Il completamento del progetto è previsto entro l’anno in corso.

Fonte: Magni
SaMoTer 2021
ricerca
Facebook QdMT Instagram QdMT Youtube QdMT Twitter QdMT Linkedin QdMT
Privacy Policy - Credits: FutureSmart