x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
×
Magazine
Filtra per:
macchine movimento terra
ricambi
attrezzature
macchine agricole
motori
sollevamento
veicoli commerciali
Componenti
Edilizia
Paving
30/11/2021

Asphaltica e Oil&Nonoil, in tre giorni più di 5mila operatori

Testo di: Redazione

Oltre 5mila gli operatori presenti all'ultima edizione di Asphaltica e Oil&nonOil, le manifestazioni fieristiche svoltesi la scorsa settimana a Veronafiere.

Le due rassegne, per la prima volta insieme, hanno riunito imprese e professionisti della filiera stradale, dalle infrastrutture alla distribuzione dei carburanti, fino ai servizi per la mobilità. Tra gli altri numeri: 150 espositori, 250 buyer esteri.

Le due fiere: Asphaltica e Oil&nonOil

Asphaltica rappresenta il principale Salone nazionale per tecnologie e soluzioni per pavimentazioni stradali, sicurezza e infrastrutture. A organizzarlo sono Veronafiere e Siteb-Strade Italiane e Bitumi, l’associazione che riunisce le imprese italiane del comparto nel Paese e vale circa 6 miliardi di euro, con 400 impianti per l’asfalto in attività e 38mila addetti diretti, che arrivano a 500mila se si considera l’indotto.

Oil&nonOil è la rassegna che dal 2012 porta a Veronafiere il mondo della rete distributiva e di stoccaggio dei carburanti, delle oltre 22mila stazioni di servizio e dei 25mila autolavaggi in Italia, con uno sguardo sul futuro delle nuove energie e della mobilità alternativa.

Non solo prodotti

A integrare e completare la parte espositiva delle due rassegne, 45 convegni e workshop che, nelle tre giornate, hanno analizzato le opportunità offerte dal PNRR e affrontato temi d’attualità come transizione energetica, sicurezza sulle strade, logistica e la grande sfida dell’idrogeno “green”. Numerose le presenze istituzionali e del mondo associativo in fiera: tra gli altri, all’inaugurazione è intervenuta la viceministra dello Sviluppo economico, Alessandra Todde; la giornata conclusiva ha visto la visita del vicepresidente della Camera dei Deputati, Ettore Rosato.

La parola a Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere

«Abbiamo centrato l’obiettivo di creare nuove sinergie tra due format affini, riunendoli in un unico polo fieristico che guarda al futuro della smart road. Una strategia che è stata premiata dai visitatori che, per numero, hanno già quasi recuperato i livelli pre-pandemia, con ben 250 buyer arrivati dall’estero nonostante l’attuale congiuntura. Siamo riusciti a garantire un evento b2b sicuro dal lato sanitario ed efficace dal punto di vista commerciale».

 

 

Fonte: Asphaltica
ricerca
Facebook QdMT Instagram QdMT Youtube QdMT Twitter QdMT Linkedin QdMT
Privacy Policy - Credits: FutureSmart