x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
×
Magazine
Filtra per:
macchine movimento terra
ricambi
attrezzature
macchine agricole
motori
sollevamento
veicoli commerciali
Componenti
Edilizia
Paving
Tecnologie
02/09/2022

Con KontrolON CGT, colpo d’occhio immediato sull’impianto e sulle macchine

Testo di: Daniela Stasi

Siamo andati nel lodigiano presso la sede della Colombo Severo e C., specializzata nella produzione di conglomerati e misti cementati, movimento terra, bonifiche e demolizioni, per sentire da Alessio Gallotta, amministratore unico dell’impresa, perché ha scelto di adottare KontrolON di CGT, il sistema di monitoraggio integrato per il controllo di tutti i dati degli impianti industriali, da remoto e in tempo reale. Quanto emerso fa comprendere le reali potenzialità del sistema, che scatta una fotografia d’insieme dell’impianto di produzione e delle macchine al suo servizio e consente di rendere l’impianto stesso più efficiente. Abbiamo intervistato anche Andrea Bresciani, responsabile delle applicazioni digitali e condition monitoring in CGT che ci ha raccontato, invece, le scelte progettuali che stanno dietro la realizzazione di KontrolON.

 

Tra le eredità lasciate dalla pandemia, spicca senz’altro il fatto di apprezzare maggiormente gli incontri in presenza. E se prima del 2020 si dava tutto per scontato, ora non lo è più. Le interviste che vi presentiamo in questo articolo sono state raccolte proprio in questa modalità. Insieme a CGT ci siamo recati a Borgo San Giovanni, in provincia di Lodi, presso la sede della Colombo Severo e C., parte del gruppo Gallotta e specializzata nella produzione di conglomerati (bituminosi e cementizi) e misti cementati, movimento terra, bonifiche e demolizioni. Le ragioni della nostra visita? Per sentire dalla viva voce di Alessio Gallotta, amministratore unico dell’impresa, perché ha scelto di adottare KontrolON, il sistema di monitoraggio integrato per il controllo di tutti i dati degli impianti industriali, da remoto e in tempo reale, sviluppato da Tecno e che CGT distribuirà in esclusiva a tutte le imprese che operano nei settori degli inerti, del calcestruzzo, dei bitumi e dei rifiuti.

Quello che ci ha illustrato è interessante per comprendere le reali potenzialità del sistema che, oltre a scattare una fotografia d’insieme dell’impianto di produzione e delle macchine al suo servizio, consente di rendere l’impianto stesso più efficiente – per davvero, leggerete numeri concreti –, tema a cui si è molto sensibili, soprattutto in un periodo storico come questo.

Abbiamo intervistato anche Andrea Bresciani, responsabile delle applicazioni digitali e condition monitoring in CGT che ci ha raccontato, invece, le scelte progettuali che stanno dietro la realizzazione di KontrolON.

 

La storia alle spalle, il futuro davanti

Iniziamo dall’azienda che ci ha ospitati, la Colombo Severo. Azienda storica, fondata da colui che le ha dato il nome negli anni Venti del Novecento. La sua è una storia da film, iniziata col trasporto di materiali inerti con il carretto trainato dai cavalli ed evolutasi nel tempo fino all’acquisizione da parte del gruppo Gallotta intorno alla metà degli anni ’80. Oggi, guidata da Alessio, conta un centinaio di dipendenti, segue tutta la filiera dall’estrazione in cava (nei pressi della sede) al trattamento dei rifiuti da demolizione, ed è proiettata verso il futuro. Come? Con la voglia di stare al passo coi tempi, crescere sempre di più e con un forte orientamento green, rappresentato dal costante investimento in macchine e tecnologie per limitare le emissioni, con una produzione di energia mediante l’impianto fotovoltaico e con l’installazione di ben 22 colonnine per la ricarica elettrica dei veicoli commerciali. Insomma, l’azienda è pronta ad accogliere il domani. Leggendo vi starete chiedendo i numeri del parco macchine. Con queste premesse, non possono certo deludere: circa 80 macchine, tra le quali tante pale gommate ed escavatori, la grande maggioranza giallo Cat.

La Colombo Severo, viste anche le importanti dimensioni, è molto attenta ai temi dell'efficienza e della produttività, aspetti che riesce a migliorare grazie alle piattaforme di monitoraggio da remoto delle macchine, CAT Vision Link e CAT Advanced Productivity App, e degli impianti con il nuovo sistema KontrolON. Sistemi che peraltro consentono all’impresa di diventare sempre più sostenibile, perché Vision Link indica la CO2 emessa dalle macchine, mentre KontrolON monitora la CO2 risparmiata. È giunta l’ora di lasciare la parola ad Alessio Gallotta.

 

Intervista ad Alessio Gallotta, amministratore unico Colombo Severo  

La vostra impresa usa già da anni le tecnologie messe a disposizione da CGT e Caterpillar per monitorare l’efficienza delle singole macchine da remoto. Come è avvenuta la scelta di KontrolON che monitora l’intero impianto?

Siamo solo all’inizio di questo processo, CGT ci ha proposto qualcosa di nuovo che ha semplificato parecchio e semplificherà moltissimo la nostra analisi dei costi, soprattutto quando avremo una maggiore copertura dei processi produttivi. Grazie a KontrolON possiamo fare calcoli che prima richiedevano decisamente più tempo e non erano così precisi. In questo periodo, in cui i prezzi dei materiali sono altalenanti, c’è stato decisamente d’aiuto: con assoluta immediatezza ci dice quanto costa il nostro prodotto finito, includendo l’intero processo produttivo.

Quindi vi aiuta a prendere decisioni importanti sulla produzione e a ottimizzare i costi?

Sì, ci ha permesso anche di capire che era meglio sospendere per un determinato periodo la produzione di conglomerati bituminosi, quando il costo del bitume era cresciuto del 20-30%: avere la possibilità di sapere quale sia il costo effettivo delle macchine e quale quello dell’energia elettrica dell’impianto, ci ha dato un’idea concreta del costo del prodotto pronto per la vendita. E comprendere che non ne valeva la pena, i costi sarebbero stati più alti dei ricavi.

Insomma, i sistemi messi a disposizione da CGT si possono considerare delle bussole che aiutano le imprese a orientarsi?

Sì, i sistemi sulle macchine, Vision Link e Cat Advanced Productivity App, ci consentono di monitorare l’efficienza e la produttività relative sia alle singole macchine, sia a intere flotte. Ora con KontrolON, che include anche gli impianti, la visione è globale sull’intero processo produttivo e orientarsi è davvero molto più semplice. L’aspetto interessante è che non solo ti indirizzano a fare determinate scelte, ma anche a smettere di fare una determinata operazione, come nell’esempio appena descritto.

E la visione d’insieme dell’impianto e delle pale gommate che lavorano al suo servizio è fruibile da un’unica piattaforma?

Questo è un enorme vantaggio, basta collegarsi dal pc o da mobile tramite un’apposita app e riesci a vedere su un’unica piattaforma tutto l’impianto produttivo, comprese le macchine che ci lavorano. CGT è stata l’unica realtà a fornirci questo tipo di soluzione.

Da quando utilizzate queste tecnologie?

Vision Link e Cat Advanced Productivity App dal 2016, KontrolON dal 2021. Inizialmente ci siamo avvicinati alle tecnologie legate alla connettività grazie agli incentivi offerti dal piano Industria 4.0; poi utilizzandole, ci siamo resi conto dei contenuti tecnologici a disposizione e così abbiamo iniziato ad avere un grande ritorno dall’investimento effettuato. Quindi per noi, arrivare al KontrolON è stata la normale evoluzione: siamo passati dal monitoraggio di una singola macchina e di una flotta a un monitoraggio di processo. Quando tutto sarà connesso, e credo non manchi molto, si avrà una visione globale dell’impresa su un’unica piattaforma. Non vedo l’ora.

Quali sono i vantaggi operativi principali che ha riscontrato dall’uso del KontrolON?

Abbiamo montato il sistema sia sull’impianto di vagliatura e lavaggio inerti della cava, sia sull’impianto di conglomerato bituminoso. In particolare, sul primo lo abbiamo montato per sapere qual è la produzione ufficiale ma, allo stesso tempo, per conoscere la percentuale del materiale vagliato che esce come sabbia e quella del materiale che esce come ghiaia.

E cosa è accaduto da quanto lo avete installato?

All’inizio avevamo impostato un limite di produzione di 60 tonnellate medie all’ora. Nel giro di poco tempo, siamo arrivati a una media di 100 tonnellate ora con un consumo energetico unitario (kWh/ton) inferiore. Quindi sostanzialmente abbiamo efficientato di molto la produzione dell’impianto. Ci siamo anche accorti che perdevamo tempo a spegnere l’impianto a mezzogiorno e riattivarlo all’una. Grazie a KontrolON siamo riusciti a fare dei calcoli più mirati e abbiamo capito che lasciandolo acceso, anche se “gira a vuoto” per una mezz’ora, guadagniamo di più.

Al momento, come detto, KontrolON è installato su due impianti. Avete in programma di attivarlo anche su altri?

Abbiamo già firmato con CGT per installarlo su un impianto di un'altra impresa del nostro gruppo, un impianto di produzione conglomerati diverso da quello della Colombo Severo.

È semplice l’analisi dei dati elaborati da KontrolON?

Il sistema è molto intuitivo, anche la grafica è semplice e accessibile a chiunque. I dati elaborati, però, sono talmente importanti e strategici che abbiamo deciso di assumere una persona dedicata esclusivamente a questa mansione: leggere in modo critico quanto emerso su KontrolON.

Interessante, si tratta di una tecnologia che fa nascere nuove competenze…

Il sistema è concepito per aiutare le imprese a essere più efficienti. Visto che è composto da tecnologie integrate tra loro e i dati offrono una visione d’insieme, è importante comprenderli, analizzarli e rapportarli alla realtà sul campo.

Un’ultima domanda: dal colore giallo del vostro parco macchine si evince che abbiate un rapporto stretto con CGT… Quanto è importante per voi avere un referente che vi possa seguire in modo globale?

È importantissimo. CGT offre un’assistenza a 360 gradi, dalla consulenza sulle macchine più adatte alle specifiche esigenze al supporto sulle agevolazioni fiscali, dai metodi di acquisto alla manutenzione ordinaria e straordinaria. Va ben oltre il prodotto, anche tramite sistemi integrati come KontrolON. Semplifica le operazioni in modo incredibile.

Voi avete sottoscritto anche i contratti di manutenzione ordinaria e straordinaria?

Sì, e il commerciale che ci segue, Lucio Zilli, responsabile commerciale del Nord Italia, si è sempre dimostrato totalmente disponibile, facendo emergere una grande umanità. Tutto il team dedicato all’assistenza ci agevola tantissimo: sono sempre gli stessi tecnici a seguire le manutenzioni programmate, in modo da velocizzare il tutto. Tra l’altro, in genere, vengono a determinati orari, durante la pausa degli operatori o dopo un certo orario pomeridiano, per non impattare sulla produzione.

 

Dalle parole di Alessio Gallotta si evince proprio la vera utilità dei sistemi Cat e CGT: insieme Vision Link, Cat Advanced Productivity App e KontrolON è come se scattassero in tempo reale una fotografia istantanea di tutto ciò che avviene nell’impianto, compreso il consumo di energia elettrica. Fotografia che, se letta con criterio, può davvero rappresentare la svolta per l’impresa in termini di efficienza e produttività, consentendo di tenere sotto controllo il costo €/t della produzione.

Giusto per dare a voi lettori un’ulteriore idea: mentre facevamo l’intervista, seduti intorno a una scrivania, la Colombo Severo stava spendendo 0,27 kilowattora a tonnellata in meno rispetto allo standard. Quindi a parità di produzione, stava consumando meno energia ed emettendo meno CO2 (nell'immagine qui sotto, una delle schermate che visualizzavamo in diretta durante l'intervista).

 

 

Intervista ad Andrea Bresciani, responsabile delle applicazioni digitali e condition monitoring di CGT

Andrea, uno dei più grandi vantaggi di KontrolON è quello di avere tutto sott’occhio in un unico dashboard. Ci sono funzionalità aggiuntive che ne enfatizzano ulteriormente il valore?

Sì, per esempio la possibilità di settare delle soglie, sulla produzione, sui consumi, ecc.: qualora l’impianto e le macchine andassero fuori soglia, si genera un alert di segnalazione inviato via email al destinatario definito. Questa informazione chiaramente è consultabile anche sulla piattaforma sia su pc sia su app.

Tecno ha avuto un’intuizione interessante nel creare KontrolON e CGT nel capirne subito le potenzialità …

L’obiettivo di CGT è fornire ai propri clienti prodotti e servizi, in una parola le “soluzioni”, per ridurre il costo per tonnellata movimentata o prodotta. Siamo partiti dal presupposto di andare oltre alla connettività di base e al monitoraggio della salute e delle performance delle macchine offerti dai sistemi Cat. La nostra visione del servizio che vogliamo dare al cliente va sempre più nell’ottica di garantire la massima produttività dei mezzi, riducendo i costi di possesso (comprese quindi la manutenzione ordinaria e straordinaria) e massimizzando la disponibilità di utilizzo delle macchine: una macchina che sta ferma meno ore, ha più tempo per produrre. Il Product Link monitora lo stato di salute delle macchine, con la possibilità di intercettare i segnali che preannunciano usure o funzionamenti anomali dei componenti delle macchine. Queste informazioni, tra l’altro, sono sistematicamente analizzate dalla Control Tower di Carugate, il cuore pulsante della prevenzione CGT, al fine di permettere interventi tempestivi per assicurare una rapida risoluzione di eventuali problemi. Oltre alla salute, come detto, è fondamentale monitorare anche la produzione e qui entra in gioco la Cat Advanced Productivity App che consente di analizzare il processo produttivo delle macchine e delle flotte, il loro reale utilizzo: quante ore effettivamente lavorano? Cosa fanno e come? In quali zone del mio impianto produttivo o del cantiere vengono spese più ore? Quante ore sono trascorse al minimo con il motore accesso e la macchina non al lavoro? E quest’ultimo è un parametro che grazie al controllo da remoto abbiamo imparato a considerare diversamente negli ultimi 4-5 anni, sfatando il mito per cui “la macchina al minimo, consuma poco”. Ma per aiutare i Clienti a ridurre il costo €/t della produzione manca ancora un tassello: l’impianto di produzione. Qui entra gioco il nostro accordo con Tecno e il sistema KontrolON che monitora l’efficienza degli impianti da remoto e in tempo reale, permettendo di tenere sotto controllo in un’unica dashboard anche le macchine a servizio dell’impianto stesso.

Queste tecnologie aiutano molto perché permettono di prendere decisioni su basi solide…

Assolutamente sì e lo ha spiegato benissimo Alessio Gallotta per quanto riguarda gli impianti. Ma parlando di macchine è lo stesso. Posso fare l’esempio di un cliente che, grazie alla Cat Productivity, si è reso conto di avere consumi anomali in una fase specifica del ciclo produttivo, ovvero quando la macchina saliva su una rampa; ne ha cambiato la pendenza e i consumi giornalieri si sono ridotti del 10-15%.

Se l’impianto è alimentato da pale di altri marchi, come può funzionare KontrolON?

Le possibilità sono fondamentalmente due: accordarsi con i singoli fornitori delle macchine affinché mettano a disposizione, via web, i dati in formato standard (Caterpillar ha questa possibilità) e poi utilizzare KontrolON per integrarli e renderli fruibili al cliente; se parliamo di macchine più datate e non nativamente dotate di sistemi di trasmissione dati, è possibile installare delle black box che registrino e trasmettano i dati di interesse. CGT, con Caterpillar e Tecno fornisce anche soluzioni di questo tipo; chiaramente la qualità e la quantità di informazioni che è possibile registrare dipendono molto dall’età e dalla tipologia di macchina su cui si installano.

 

ricerca
Facebook QdMT Instagram QdMT Youtube QdMT Twitter QdMT Linkedin QdMT
Privacy Policy - Credits: FutureSmart