x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
×
Magazine
Filtra per:
macchine movimento terra
ricambi
attrezzature
macchine agricole
motori
sollevamento
veicoli commerciali
Componenti
Edilizia
Paving
17/06/2021

Come gestire terre, rocce da scavo e sabbia con le attrezzature idrauliche Mb Crusher: tre esempi concreti

Testo di: Redazione

Le terre da scavo non sono un rifiuto da portare in discarica, al contrario possono diventare risorsa vantaggiosa per tutti i protagonisti coinvolti. Obiettivo di imprese e operatori è quindi recuperare il maggior quantitativo di suolo per impiegarlo nuovamente nel cantiere stesso o altrove. Certo, come ben si sa, quello delle terre e rocce da scavo è un tema delicato dal punto di vista gestionale-economico, normativo e ambientale. In questo breve articolo vogliamo ricordarvi, però, con tre esempi concreti, che le attrezzature idrauliche firmate MB Crusher sono realizzate proprio con questo scopo: lavorare il materiale estratto per poterlo riutilizzare velocemente. Vediamoli insieme.

La benna vagliante MB-S18 al lavoro nel mondo, dal punto più arido della terra in Cile alla Croazia

Un caso singolare si è svolto a Quillagua, una piccola cittadina cilena della provincia di Antofagasta, nel Nord del Cile, considerata dal National Geographic come il punto più arido dell’intero pianeta. Lo testimoniano gli 0,2 millimetri di pioggia caduti in 40 anni. In questa terra inospitale, è stata usata una benna vagliante MB-S18 per selezionare la sabbia e impiegarla nuovamente per coprire i cavi dei pannelli fotovoltaici. Per la particolarità del luogo e dell’operazione, il caso ha avuto grande risonanza nei media.

La stessa vagliatrice ha risolto il problema della separazione della roccia dal materiale terroso di un’impresa in Croazia che, prima di questa soluzione, portava le terre di scavo in un altro sito con costi gravosi di gestione e trasporto.

La benna selezionatrice MB-HDS320 in Cina per risolere il problema della terra inquinata

Un altro tema spinoso riguarda il caso di rocce da scavo contenenti materiali inquinati. Anche in questa situazione, i macchinari MB Crusher sono un’utile soluzione per abbassare la soglia di contaminazione del terreno.

Recentemente, in Cina è stata usata la benna selezionatrice MB-HDS320 per smuovere la terra inquinata e neutralizzare l’inquinamento. In velocità si è ottenuto un suolo di qualità, tanto che il reimpiego è stato immediato. Il grande vantaggio della gamma MB-HDS è la possibilità di cambiare gli alberi di rotazione direttamente in cantiere e in tutta sicurezza: si può quindi passare da un materiale all’altro con disinvoltura ogni volta che è necessario.

Insomma, MB Crusher fornisce strumenti risolutivi alle imprese per gestire le terre, rocce da scavo e sabbia, mantenendo la qualità e la funzionalità del terreno. I vantaggi sono molteplici: l’ambiente ne beneficia, l’impresa diventa più virtuosa, le complesse normative vengono rispettate, il cantiere gode di una svolta economica positiva.

 

 

 

 

 

 

Fonte: MB Crusher
ricerca
Facebook QdMT Instagram QdMT Youtube QdMT Twitter QdMT Linkedin QdMT
Privacy Policy - Credits: FutureSmart